FONDI EUROPEI

Nel marzo 2010 la Commissione Europea (CE) ha lanciato la strategia EUROPA 2020 “per una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva”. Con questo documento la CE propone gli obiettivi e i criteri generali per la programmazione 2014-2020, affrontando grandi sfide quali l’uscita dalla crisi, la globalizzazione delle relazioni economiche, il cambiamento climatico, la scarsità delle risorse (acqua, energia, materie prime), l’evoluzione demografica, le nuove problematiche sociali. Europa 2020 si incardina su tre priorità, concepite per rafforzarsi a vicenda: crescita intelligente (sviluppare un’economia basata sulla conoscenza e sull’innovazione), crescita sostenibile (: promuovere un’economia più efficiente sotto il profilo delle risorse, più verde e più competitiva e crescita inclusiva: (promuovere un’economia con un alto tasso di occupazione che favorisca la coesione sociale e territoriale). Le tre priorità, nell’intenzione della Commissione, delineano un “quadro dell’economia di mercato sociale europea per il XXI secolo”. Tutte le politiche dell’UE devono contribuire al raggiungimento degli obiettivi Europa 2020.

Su queste linee strategiche si fonda la presente programmazione dei Fondi Europei per il periodo 2014 – 2020, che si presenta particolarmente cruciale: se da un lato le risorse messe a disposizione dall’UE sono minori rispetto ai periodi precedenti, dall’altro la crisi economica ha ristretto la capacità degli Stati e delle Regioni di intervenire in termini di cofinanziamento e di azione tramite politiche proprie. Una buona programmazione dei Fondi ed un loro utilizzo efficace ed efficiente sono quindi elementi cruciali per sostenere l’uscita dalla crisi e la crescita dei territori e dei sistemi locali.

I Fondi Europei si suddividono principalmente in due grandi categorie: i Fondi a gestione diretta della Commissione Europea e i Fondi Strutturali e di Investimento (SIE). L’accesso avviene prioritariamente attraverso la partecipazione a bandi pubblici: parole chiave di una progettazione vincente devono essere “fare Rete”, “proporre innovazione” e “garantire la sostenibilità degli interventi”.

L’accesso ai Fondi Europei rappresenta uno dei settori in cui S.& T. si è specializzata, maturando una rilevante esperienza e costruendo un gruppo di lavoro di esperte/i in grado di rispondere in modo ottimale alle esigenze di enti pubblici e privati che necessitino di assistenza nell’accesso alle risorse comunitarie.

La S.&T. ha consolidato la propria esperienza grazie alle attività di ideazione progettuale, gestione e coordinamento per l’accompagnamento alla realizzazione delle azioni progettuali, nonché specializzandosi nelle attività di monitoraggio, valutazione e rendicontazione finanziaria. Grazie alla partecipazione a numerosi progetti, S.&T. ha costruito una consolidata ed ampia rete di partenariato in capo economico e sociale in molti Paesi dell’Unione. L’esperienza acquisita garantisce una efficiente strategia di relazione e comunicazione con le Istituzioni comunitarie, nazionali e locali di riferimento. Il gruppo di lavoro è costituito da risorse specializzate nelle diverse tematiche economiche e sociali e nei diversi settori di intervento in ambito comunitario (Fondi Strutturali e di Investimento, Programmi a finanziamento diretto della Commissione Europea), che operano in modo integrato e trasversale.