INNOVAZIONE SOCIALE

La Commissione Europea descrive l’innovazione sociale come un’azione che mira allo sviluppo di nuove idee, servizi e modelli innovativi costruiti allo scopo di individuare risposte complesse all’emergere di specifiche problematiche sociali. In particolare, un’attività socialmente innovativa mira a delineare connessioni di valore tra input provenienti da più settori (pubblico, privato e società civile), allo scopo di migliorare l’offerta di servizi socialmente utili e capaci di innescare circoli virtuosi nello sviluppo delle competenze individuali e collettive.

I principali snodi problematici con i quali un approccio dell’innovazione sociale si trova, quindi, a confrontarsi si configurano nella necessità di rispondere a bisogni sempre più complessi disponendo di risorse scarse, nell’individuare canali di proficua interazione tra welfare pubblico e privato, nel rendere nuove e creative le soluzioni alle diseguaglianze ormai croniche che caratterizzano l’attuale contesto socio-economico.

Nell’accezione presentata, pertanto, le azioni di innovazione sociale:

  • si collocano all’interno del più ampio piano di investimento sociale elaborato dalla Commissione
  • devono essere incluse nei processi di elaborazione e costruzione delle politiche europee
  • devono trovare una significativa connessione con le priorità e le sfide sociali caratterizzanti questo particolare momento storico.

Il concetto di investimento sociale, come inteso dalla Commissione, significa infatti porre alla base della costruzione di politiche l’investimento sulla persona, intesa come soggetto in grado di avere un impatto di valore sulle politiche che insieme si vanno a delineare secondo processi di mirroring tra domanda e offerta.

In quest’ottica, l’attenzione alla persona deve indurre a costruire politiche e servizi in grado di riconoscere e sviluppare le competenze specifiche di cui i singoli sono portatori, per reinvestirle nello sviluppo dei relativi contesti sociali.

Tale investimento deve avvenire grazie a concreti processi di empowerment, che abbiano come primo obiettivo quello di permettere e garantire l’accesso ad una piena e consapevole partecipazione alla vita socio-economica.

S.&T. e l’innovazione sociale

S.&T. ritiene fondamentale continuare a sviluppare un approccio dell’innovazione sociale, che si ponga come spinta propulsiva all’implementazione di ognuna delle aree di intervento su cui S&T da anni lavora. D’altra parte, grazie all’ideazione e alla partecipazione a progetti che hanno visto negli anni la costruzione di reti pubblico/privato, nonchè di strumenti innovativi di abbattimento delle barriere di accesso ad una vita sociale dignitosa per tutti e tutte, S.&T. già da anni si pone secondo un’ottica di innovazione che guarda alla relazione welfare pubblico/privato come un’opportunità di inclusione che non svalorizza il “sociale” ma lo pone eticamente sul mercato.