Coesione sociale, welfare e sviluppo economico: presentato il position paper del Piemonte

In un workshop organizzato il 12 settembre 2016, la Regione Piemonte lancia la proposta di interpretare la coesione sociale, il welfare e lo sviluppo economico come integrabili, in una dimensione di benessere delle persone e di ricerca di reciprocità che producano valore sociale e, insieme, valore economico.
Lo stimolo è soprattutto verso la valorizzazione di una dimensione comunitaria tra i componenti della società e verso una assunzione di responsabilità “collettiva” perché fondata sull’impegno e la collaborazione di più soggetti che lavorano in rete tra loro.
Partire da problemi concreti e cercare soluzioni condivise, approfondite e trasparenti che aggreghino risorse di provenienza diversa è stato proposto come approccio per definire strategie di lungo periodo e tali da affrontare in modo efficace i mutamenti in corso.
Da parte regionale, la possibilità di utilizzare i Fondi Strutturali (FESR e FSE) a questo scopo potrà essere una sfida particolarmente interessante.
Le linee strategiche della Regione Piemonte sono sintetizzate all’interno di un “position paper”, che rappresenta il documento conclusivo del gruppo di lavoro “We.Ca.Re Welfare Cantiere Regionale” in cui esperti e professionisti si sono confrontati per mettere a punto riflessioni e proposte, che sono raccolte e fatte proprie dalla Regione in una dimensione che è già essa stessa di rete e di collaborazione, dal momento che è condivisa da più Assessorati: alle Pari Opportunità e all’Immigrazione; alle Attività Produttive e all’Innovazione; alle Politiche Sociali e alla Casa; all’Istruzione e al Lavoro.
Molte sono le sollecitazioni che emergono dagli spunti offerti e, tra queste, un’attenzione particolare è certamente da dare alla dimensione di genere, affinché le donne siano riconosciute come soggetti fondamentali nella definizione condivisa e nella attivazione di nuove strategie e modalità di coesione sociale, welfare e sviluppo economico: non tanto perché le donne sono attrici principali di questi ambiti (soprattutto degli interventi di welfare), ma soprattutto affinché esse possano essere in misura più ampia e a pieno titolo coinvolte e ascoltate tra coloro che rispetto al welfare, alla coesione sociale, allo sviluppo assumo decisioni politiche, programmatiche, strategiche.
Dettagli e approfondimenti sono reperibili sul sito: www.regione.piemonte.it/europa2020
Possibili richieste di informazioni o comunicazioni alla Regione potranno essere inoltrate alla mail: wecare@regione.piemonte.it