Bilanci di Genere

Il Bilancio di Genere legge il bilancio, le politiche e l’operato dell’Ente pubblico verificandone i differenti impatti su donne e uomini e orientando le politiche pubbliche a tenere conto delle differenze di genere. Insieme alla riclassificazione del bilancio in centri di costo per aree di genere, S.&T. accompagna alla compilazione del Bilancio di Genere attraverso: analisi attenta alle differenze del contesto, del territorio e della popolazione; lettura delle politiche e dei programmi dell’Ente e delle loro ricadute su donne e uomini; analisi dell’impatto che le attività dei diversi settori dell’Ente hanno su donne e uomini; analisi in chiave di genere del personale interno all’Ente; definizione di “obiettivi di miglioramento”, ovvero aree in cui si rende utile o necessario operare per un buon funzionamento dell’Ente. Il Bilancio di Genere è quindi “documento di programmazione” che può condurre a nuovi obiettivi per la realizzazione di uno sviluppo equo, equilibrato e socialmente responsabile, con attenzione specifica a quelle che sono le condizioni attuali e le richieste di riforma della Pubblica Amministrazione, coniugando la performance con un sempre più oculato utilizzo delle risorse (economiche e umane), secondo criteri di qualità, efficacia, efficienza.